fbpx

Copertina DErricodi Francesco D'Errico

Prefazione di Paolo de Vita

Postfazione Mauro Maldonato

Copertina di Ernesto Tatafiore

 

Anteprima filetype pdf

 

Doi: 10.19245/25.05.bs.016

Sezione ricerche

Questo libro contiene sette osservazioni sull’improvvisazione: paradosso e archetìpo che molto ha da insegnare a tutti noi.

Questo libro nasce dall’esperienza di improvvisare in musica.

Questo libro vive le pratiche del pensare l’improvvisazione.

Questo libro trascende gli specifici contesti di chi, di come e perché si improvvisa.

Perché in questo libro improvvisare è metodo.

Perché in questo libro improvvisare è al contempo strumento e scopo.

Perché in questo libro improvvisare è azione nella vita quotidiana.

Perché in questo libro le pratiche dell’improvvisare sono fuor di metafora: fonte di sapere per le scienze umane e sociali. Oltre i confini certi, quelli che separano ciò che è dentro da ciò che fuori.

Se ne consiglia la lettura non solo ai musicisti, ma a chi sia consapevole dell’urgenza di tradurre l’esperienza in simboli, riducendo le distanze tra indicatori e ciò che è indicato.

Se ne sconsiglia la lettura a chi sia pieno di certezze sull’identità e sulle fondamenta dell’innovazione: senza dubbi sui modi, tanti, sempre eterogenei, di stare, e poi restare, insieme.